Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Per motivi di lavoro mi sono recato in questa azienda, ho avuto il piacere di conoscere l'Ingegnere Iannuzzi persona distinta, molto preparata ma soprattutto appassionato di vini e del suo territorio dove nessuna cosa è lasciata al caso dove dietro ad ogni azione, vi è un perchè, dove la storia le origini sono la base dei suoi progetti ma la globalizzazione l'era del 2.0 viene presa in riferimento per non restare indietro e stare al passo con i tempi (non capita quasi mai nelle piccole aziende del meridione) Ma passiamo ai due vini degustati:

Nerè Falanghina:

Colore giallo paglierino con riflessi verdolini al naso fruttato con sentori tropicali di fiori d’arancio, banana e leggeri fiori gialli al gusto un ottima persistente, buona acidità, armonico un finale medio-lungo un vino pronto ma al tempo stesso può durare ed esprimersi ancora in bottiglia.

SORPRESO

GRECO DI TUFO Petranera

al naso non si esprime subito (un pò chiuso), dopo un po di tempo dall’apertura si iniziano a sentire i profumi del territorio di appartenenza ma passiamo alla degustazione tecnica

colore giallo paglierino con riflessi oro.
Al naso fine, complesso e persistente con una nota di uva molto carica, ottima la mineralità che prevale in maniera incontrastata, frutta a polpa gialla, fiori d’arancio e mandorle con note anche floreali di ginestra in primis. Al gusto è pieno, equilibrato,di buona struttura con una buona sapidità e prolungata acidità molto equilibrata, mi ha particolarmente stupito il buon equilibrio. Dove trovo una piacevole una mineralità molto gradevole.e un finale è lungo con un ottima persistenza. Pronto ma anche giovane…

In fine per ritornare alla piccola prefazione non si smette mai di imparare e di conoscere ottime persone...

Vino ma anche Territorio e e preparazione...
Vino ma anche Territorio e e preparazione...

Condividi post

Repost 0